L’IMITAZIONE

E i cinesi copiano pure l’Ikea. Nel senso che a Kunming, città già famosa per aver visto sorgere un Apple Store contraffatto ma identico all’originale, hanno aperto un magazzino uguale ai punti vendita dell’azienda svedese. Colori dominanti il blu e il giallo, più tutta la struttura identica. Dalla caffetteria alla disposizione della merce all’interno (suddivisa in ambienti). I «pirati» cinesi, famosi nel mondo per aver copiato qualunque prodotto occidentale (dalle borse di Prada alle scarpe della Nike) sembrano aver scoperto l’importanza del marketing. Delle marche popolari tra i consumatori cinesi, si copia tutto, negozi compresi. Il falso Ikea di Kunmig si chiama «11furniture», che in cinese si pronuncia «shiyi jiaju». Anche la dizione è simile a Ikea («Yijia Jiaju»). In Cina la mega azienda svedese ha 9 magazzini «veri», nelle metropoli, come Pechino e Shanghai, e in alcune delle città più ricche del Sud Est.