L’immaginario geografico e un mito a spron battuto

Si apre questa mattina, alle ore 9, presso la Sala Maggiore della Camera di commercio di Trieste (piazza della Borsa 1) il convegno su «Paul Morand: letterato e viaggiatore». Organizzato dal Dipartimento di letterature straniere, comparatistica e studi culturali dell’Università di Trieste, l’incontro si articola in tre sessioni. La prima: «Immaginario geografico di Paul Morand», coordinata da Maurizio Serra, vedrà gli interventi di Daniele-Henri Pageaux, Francesca Melzi d’Eril, Daniel Leuwers. La sessione pomeridiana vedrà gli interventi di Jacques Lecarme e di Catherine Douzou. La terza sessione vedrà le comunicazioni di Guy Dughas e di Anna Zoppellari. Domani mattina ci sarà la visita alla tomba monumentale di Paul Morand presso il cimitero greco-ortodosso cittadino mentre per mercoledì 15 marzo, alle ore 14, è prevista la proieizione del film di Eduard Molinaro L’homme pressé (1977) tratto dall’omonimo romanzo e con Alain Delon e Mireille Darc nei ruoli dei protagonisti.