«L’immunità? Protegge la democrazia»

«Italiani convinti che la giustizia sia allo sfascio: perciò sono pronti a sostenere il premier»

Pubblichiamo di seguito ampi stralci dell’articolo uscito sul «Financial Times» di ieri. Il commento di Christopher Caldwell era titolato così: «L’Italia ha ragione nel tenere a freno i suoi giudici»

«Spagna, Francia, Germania e l’Unione europea hanno i loro tipi di immunità. Anche l’Italia l’ha avuta almeno fino al 1993 quando fu abolita. I sostenitori di Berlusconi approvarono una legge sull’immunità nel 2003 ma l’anno successivo la Corte costituzionale l’annullò sostenendo (ragionevolmente) che avrebbe alterato l’uguaglianza davanti alla legge e (assurdamente) che avrebbe minacciato il diritto dei cittadini a confrontarsi con i loro accusatori».
«Lo scopo dell’immunità non è dare mano libera a chi viene eletto, ma proteggere il diritto dell’elettorato di essere governato dalle persone democraticamente scelte. Gli addebiti a Berlusconi nascono da una richiesta disinteressata di giustizia o dal desiderio di una certa parte dell’élite italiana di ribaltare la scelta popolare che essa non gradisce?».
«Negli ultimi 15 anni i giudici in Italia hanno goduto di un potere unico in tutto l’Occidente. Nei primi anni ’90 quando gli italiani si accorsero di non aver più bisogno di tollerare ancora la corruzione che era stata parte integrante della politica della guerra fredda, magistrati ambiziosi rovesciarono la leadership dei principali partiti politici con processi per accuse di corruzione. Le toghe, poi, hanno costantemente messo sotto esame la successiva generazione politica. Questo potere, nel lungo termine, è dannoso per la democrazia».
«In un sondaggio pubblicato giovedì su Repubblica, un prestigioso quotidiano di opinione contraria a Berlusconi, ha mostrato che il 35% degli italiani ha fiducia nel sistema giudiziario contro un 59% che non ce l’ha. Gli italiani insomma sono convinti che la giustizia sia in disarmo e se il prezzo è rappresentato da una sorta di immunità per Berlusconi, si dicono pronti a pagarlo».
«È una situazione dickensiana che rappresenta il punto debole della legittimità giudiziaria italiana».
«Gli italiani sono disposti a dare fiducia a Berlusconi perché si mostra determinato nel risolvere problemi importanti. In questo sta il suo genio politico. Una legge per l’immunità andrebbe adottata: potrebbe rendere i politici italiani meno litigiosi e più democratici».