L’Imperia calcio cerca un’affettatrice

da Imperia

Nel calcio multimiliardario di oggi l'Imperia (serie D girone A) si è ritrovata senza una lira, anzi un euro, nemmeno per il vitto dei giocatori, che costretti lontano da casa da quando sono arrivati alla corte del club nerazzurro non hanno visto il becco di un rimborso spese. Ci sarebbero tutte le premesse per staccare la spina a un club morente e soffocato dai debiti, se non fosse che in nome dell'«autogestione» - ma sarebbe meglio dire dell'«autarchia» - proclamata dal direttore sportivo veronese Mario Pranzani, legato da un rapporto di una amicizia con l'ex portiere Giovanni Galli, aziende e tifosi nerazzurri chiamati a raccolta non avessero esitato a rifornire di materia prima alimentare la tavola dei giocatori che da ieri viene imbandita nel bar sotto le tribune del vecchio stadio «Ciccione» trasformato in sala mensa. Se poi ci mettiamo anche un giovane supertifoso nerazzurro, Francesco Maccarrone, che di professione fa il cuoco in Inghilterra, ma che si trova nella sua città per un periodo di convalescenza, ecco materializzarsi un vero e proprio mezzo miracolo di solidarietà. Per la cronaca l'Agnesi ha fornito pasta, fette biscottate e biscotti, la Fratelli Carli l'olio, la catena di panetterie Blengini il pane, ma anche il fruttivendolo Mariolino di via XXV Aprile proprio sotto lo stadio ha già portato due cassette di frutta e verdura. E c'è anche il «giallo» di due prosciutti interi, uno di cotto, l'altro di crudo che sono giunti da un fornitore di Sanremo, che ha preferito restare anonimo per non incorrere in eventuali ritorsioni da parte della tifoseria matuziana. «Per il pranzo - ha spiegato il cuoco-tifoso Maccarrone - al suo primo giorno di "lavoro" - ho preparato un menù sportivo a base di pasta al sugo o in bianco a scelta, prosciutto cotto o crudo, rotolo di tacchino e insalata, mentre per la cena ho in mente qualcosa di più sostanzioso, tipo salsiccia con patate e pollo arrosto». «Naturalmente - conclude Mario Pranzani che non disdegna di mettere il grembiule sul completo blu - la situazione dell'Imperia non si risolve solo così, però introno a noi sentiamo tanta solidarietà. Anzi, approfitto, se a qualche macellaio avanzasse un’affettatrice ci sarebbe molto utile».