L’importanza di avere notizie corrette e trasparenti

«L'apporto dei media al mondo del gioco è fondamentale. Solo una informazione corretta è infatti in grado di far valutare bene l'importanza, l'impatto socio-economico, la trasparenza di un settore che oggi vale il 4% del Pil, dà lavoro a 120.000 persone e coinvolge 5.000 aziende».
A parlare è Fabio Felici, direttore del Gruppo Agicos, che vanta quattro agenzie giornalistiche dedicate al mondo dei giochi e divise per settori di interesse. A ottobre del 2004 è nata Agicos, che si occupa di Lotto, Lotterie, SuperEnalotto, concorsi a pronostico, Borsa, normativa e politica. Visto il grande interesse verso il settore delle scommesse sportive e del gioco online, a dicembre del 2005 Agicos si è «sdoppiata» facendo nascere Agicoscommesse, la prima agenzia di stampa italiana dedicata al betting «made in Italy» e al gioco online. Nel 2007 è nata Agicoslotjamma, la prima agenzia giornalistica che si occupa di apparecchi da intrattenimento, Videolottery e casinò. E visto il sempre maggiore interesse degli operatori stranieri verso il mercato italiano dei giochi, le notizie più importanti vengono tradotte in inglese e inviate, attraverso l'agenzia Agicos International, alle principali testate e agenzie europee ed internazionali.
L'attività svolta dal Gruppo Agicos contribuisce a fornire un quadro obiettivo e corretto del mercato del gaming nazionale. «Leggere di “Stato biscazziere” - dichiara Felici - mi infastidisce perché se non ci fosse lo Stato, attraverso i Monopoli, a controllare questo mercato così vasto, le organizzazioni criminali avrebbero la strada libera per accedere a risorse economiche importanti. Inoltre è vero che a fine 2011 il mercato del gioco ha raccolto 76 miliardi di euro, ma quelli usciti veramente dalle tasche degli appassionati sono circa 21, perché la parte restante è tornata loro sotto forma di vincite. Insomma pur prestando la massima attenzione e supporto a chi esagera, demonizzare il gioco non solo è sbagliato ma è anche pericoloso».