L’INCHIESTA P4

Il Tribunale del Riesame ha deciso di non revocare gli arresti domiciliari per Luigi Bisignani, indagato nell’inchiesta sulla P4 condotta dalla procura di Napoli. La camera di Consiglio ha analizzato tutti gli elementi depositati lunedì scorso dai pm titolari del fascicolo, Francesco Curcio ed Henry John Woodcock. Nessun commento dai difensori di Bisignani. Non si esclude che i magistrati chiedano ora il giudizio immediato. Ma c’è attesa per il verdetto del tribunale della Libertà del prossimo 22 luglio, quando i giudici si devono pronunciare sulla loro richiesta di contestare agli indagati Bisignani, Alfonso Papa ed Enrico La Monica - il carabiniere tuttora latitante - il reato di associazione a delinquere, capo di imputazione respinto dal giudice. Bisignani al momento deve rispondere di favoreggiamento. Intanto esterna ancora il procuratore capo di Napoli, Giovandomenico Lepore: «Non alziamo polveroni, ma mettiamo insieme fatti».