L’incostante liaison italofrancese

Nei miti biblici gli eroi rappresentavano re, dinastie e tabù. I figli di Giacobbe, a esempio, sembra fossero stati un giorno tribù indipendenti che poi si fusero formando una sola federazione israelita. Il saggio I miti ebraici di Robert Graves e Raphael Patai (Longanesi, pagg. 392, euro 20, trad. Maria Vasta Dazzi) esplora il patrimonio mitologico biblico (Libro della Genesi) evidenziando l’incredibile somiglianza con le leggende dell’area mediterranea: dalla presenza di un dio unico alla promessa di un paradiso per gli uomini giusti. Una narrazione affascinante che illustra quel mito ebraico patriarcale e monoteistico ampiamente presente nei documenti sacri post-biblici che sono alla base di buona parte dei principi etici della civiltà occidentale.