L’inespressivo Nicolas Cage cinico mercante di morte

Quando il tappo dell’Urss è saltato, quelli come lui erano già pronti col bicchiere: nel macabro brindisi della svendita delle armi di fine-Guerra fredda i mercanti come Yuri Orlov hanno fatto soldi a palate. Se nel mondo una persona ogni dodici ha un’arma, la missione è convincere gli altri undici ad acquistarne una: con questa regola il protagonista di Lord Of War (Nicolas Cage, al solito drammaticamente privo di espressione facciale) compie una scalata dalla condizione di carneade a facoltoso imprenditore di morte. Alle spalle, l’ombra dei poveracci fatti secchi dai suoi proiettili, di fronte un radioso futuro con una bella moglie (la stangona Bridget Moynahan) e case di lusso. L’ex poveraccio ucraino di Brooklyn dovrà vedersela, se non con la coscienza, con un tignoso agente dell’Interpol (Ethan Hawke). Il film di Andrew Niccol cerca di colpire a destra e a manca ma alla fine sul banco degli imputati ci sono gli Usa e i restanti membri del Consiglio di Sicurezza Onu, «maggiori venditori di armi al mondo». Il dvd offre audio italiano (5.1 e DTS) e inglese (2.0), sottotitoli analoghi, e discreti extra: trailer, un backstage, interviste al cast, una photogallery.

LORD OF WAR - 01 Distribution - Euro 22.50