L’inferno in bianco e nero di Rodriguez e Frank Miller

Noir, sadismo, una buona dose di critica al potere, e tanta spettacolarità: Sin City è l'opera a quattro mani che il regista amico di Tarantino, Robert Rodriguez e il fumettista di culto Frank Miller hanno confezionato per coloro che si sentivano un po’ orfani di Jena Plissken e della sua fuga da New York. La città del peccato è ancora viva e pericolosa, si chiama per l’appunto Sin City, assomiglia decisamente alla Grande Mela e splende (si fa per dire: tutto si svolge al buio) in digitale nel dvd targato Buena Vista. Le storie parallele si sprecano, tra teste mozze (quella di Benicio Del Toro, super-cattivo), sfide all’arma bianca e piombo. Due rampolli della buona società hanno pessimi tic: uno adesca bambine e le uccide, l’altro se la prende con le prostitute, che divora dal collo in giù, per poi appenderne in camera le teste come trofeo. Figli di un senatore onnipotente, sono intoccabili. Forse. Perché due duri con i volti granitici di Mickey Rourke e Bruce Willis sapranno fare giustizia. Il disco offre audio italiano e inglese, sottotitoli nelle medesime lingue e un solo extra, un backstage nel quale registi e cast decantano l’opera, curiosa soprattutto per un fatto e cioè che gli attori hanno recitato senza alcuna scenografia: tutti gli sfondi sono disegnati da Miller.

SIN CITY - Buena Vista - euro 27