L’inflazione scende all’1,7% in marzo

Dopo la lieve accelerazione registrata a febbraio, il tasso di inflazione ha evidenziato a marzo un nuovo rallentamento che ha riportato il tasso tendenziale di crescita dell'indice generale all'1,7%. Sul piano congiunturale, l'indice dei prezzi al consumo ha fatto segnare un aumento dello 0,2%. I dati sull'inflazione sono stati diffusi ieri dall'Istat. Come conseguenza di tali andamenti, il tasso di inflazione «acquisito» per il 2007, cioè quello che si registrerebbe se l'indice dei prezzi al consumo rimanesse nella restante parte dell'anno allo stesso livello misurato a marzo, è pari all'1%. La discesa dell'inflazione nel mese di marzo risente principalmente della flessione dei prezzi nel comparto dei servizi, i cui effetti sulla dinamica dell'indice dei prezzi al consumo sono stati parzialmente controbilanciati dal riaccendersi delle tensioni al rialzo dei prezzi dei beni energetici, in particolare, nel settore non regolamentato.