L’influenza presenta il conto: 12 milioni di euro

Influenza, quanto ci costi. Nessuna allusione al malessere, questa volta, ma al portafogli. Uno studio della Camera di commercio milanese ha calcolato le perdite delle imprese da quando è cominciata l’influenza. Dal 25 ottobre al 23 gennaio si contano 178mila giorni persi di malattia in tutta la provincia (sono 2milioni e 300mila i giorni persi in tutta Italia). Le aziende milanesi hanno affrontato costi pari a 12 milioni di euro in 14 settimane. Un salasso vero e proprio, molto più di un semplice «prelievo». Nella classifica fra le province vittime dell’influenza Milano è in testa, seguita da Roma (167mila giorni persi e un danno di 10milioni e 400mila euro), Napoli e Brescia.
Tra le prime dieci più colpite anche Bari, Bergamo, Bologna, Firenze e Verona che superano i due milioni di euro di costi. L’anno scorso il picco del contagio si è verificato nei mesi autunnali, le annate non sono dunque paragonabili. Due anni fa invece l’influenza ha colpito nello stesso trimestre, da ottobre a gennaio, facendo però meno vittime. E incidendo meno sui costi: 90milioni di euro allora a fronte dei 144 milioni di oggi.
Secondo lo studio, quest’anno, il maggior numero di occupati (146mila) si è ammalato durante la seconda settimana di gennaio 2011 e in 117 mila si sono ammalati durante la precedente. La terza settimana registra invece 144mila casi.