L’iniziativa leghista «Un numero verde, la gente ci segnali le vie del degrado»

Un numero per raccogliere segnalazioni sul degrado dei quartieri e proporre l’istituzione di ronde di cittadini. È l’iniziativa con cui la Lega Nord si impegna a combattere abusivismo e fenomeni criminali nelle zone più difficili della città.
«Non siamo abituati a vedere i cadaveri coperti dai lenzuoli in mezzo alla strada a Milano, con chiazze di sangue dappertutto e coltelli abbandonati sul marciapiede - scrive il capogruppo del Carroccio, Matteo Salvini sulla «Padania» - invece continua a succedere. Regolamento di conti fra cinesi, scontro fra bande di sudamericani, sparatorie fra albanesi per il mercato della droga e della prostituzione. Bisogna dire che grazie al nuovo impulso di fermezza del ministro Maroni, a cascata passato anche a prefetto e questore, numerose situazioni sono già state affrontate e in alcuni casi risolte. In viale Jenner non si prega più in mezzo alla strada il venerdì pomeriggio, una decina di campi abusivi sono stati rasi al suolo, interi palazzi occupati da balordi sono stati sgomberati (via Gulli, viale Bligny e piazza Santa Maria del Suffragio)». «Ma le istituzioni da sole non possono fare tutto. Non a caso in pochi giorni il “numero verde” istituito dalla Lega Nord milanese (02-66211290) per segnalare situazioni di illegalità e degrado ha ricevuto decine di telefonate». «La settimana prossima cominceremo a controllare sul territorio, via per via e casa per casa la veridicità di queste segnalazioni per poi informare le forze dell’ordine». Si parte con dei «blitz» nel quartiere Sarpi-Canonica.