L’inserto culturale del «Sole-24 ore» sta per diventare piccolo piccolo

Addio all’edizione broadsheet del Sole-24Ore Domenica, considerato da molti l’inserto colto più prestigioso d’Italia. Secondo insistenti rumors prima di Natale l’ebdomadario (vuol dire che esce ogni settimana ma, visto l’argomento, volevamo darci un tono) dedicato a cultura e dintorni e affidato a Giovanni Santambrogio dovrebbe passare al formato compact, un mini tabloid piccolo piccolo. È l’ultimo tassello della rivoluzione d’autunno varata dal direttore del quotidiano confindustriale Gianni Riotta, che ha già rifondato l’edizione del lunedì focalizzandola sulle Pmi, nonchè tenuto a battesimo l’applicazione iPad La Vita nova ed è molto sensibile al contenimento dei costi. Il nuovo formato dovrebbe, secondo i più informati, diventare una realtà già nel giro di qualche settimana. Ma tagliare carta significa anche tagliare collaboratori e pezzi? Non si sa.