L’insurrezione nelle pagine di Dalos e Volcic

Le speranze, le emozioni e il tragico epilogo della rivoluzione ungherese rivivono anche nelle pagine di un grande scrittore, György Dalos (nato a Budapest nel 1943): Ungheria, 1956 (Donzelli editore, 226 pagine, 24.50 euro). Il volume è illustrato da sedici scatti del fotografo della Magnum, Erich Lessing, che per questo reportage ebbe l’American Art Directors Award. La ribellione di un popolo che credeva possibile libertà e autogoverno si può leggere anche in Ungheria 1956 Il cardinale e il suo custode, di Clemente Manenti (Sellerio, 200 pagine, 10 euro). Sellerio ha pubblicato anche 1956 Krusciov contro Stalin di Demetrio Volcic, per 25 anni corrispondente Rai (150 pagine, 10 euro).