L’Inter fiuta lo scudetto ma gioca senza Ibra

Lo scudetto potrebbe già arrivare a Verona. Lo svedese è squalificato, contro il Chievo favorito Crespo. Radio mercato è sempre accesa: la nuova pista dei nerazzurri è Eto’o

Intanto c’è un campionato da chiudere e non è solo scaramanzia. Massimo Moratti vuole fortissimamente questo scudetto e ha chiesto tregua a tutti, Raiola e Ibrahimovic compresi, ma Branca sta lavorando sodo, l’Inter non vuole farsi cogliere scoperta in caso di sorprese.
Samuel Eto’o non rinnova a Barcellona, con meno di 20mln di euro l’Inter ci può arrivare, ci sarebbe un accordo con il camerunense che in caso di partenza eccellente diventerebbe il nuovo centravanti nerazzurro. Carriera scintillante, quasi cinque anni al Real giocando pochissimo, solo tre presenze, prima di arrivare al Barcellona passando per Espanyol e Maiorca. Poi una rottura del menisco nel settembre 2006 e cinque mesi di inattività. Quando Pep Guardiola è arrivato sulla panchina dei blaugrana lo ha messo sul mercato, sembrava sicuro un suo arrivo in Italia invece l’unica offerta arrivò da un club uzbeko che nel frattempo ha anche cambiato nome. Cinque milioni a stagione, contratto fino al 2010, Eto’o resta l’unica pista praticabile con i rumors da Londra che danno Didier Drogba sul mercato ma anche in odore di pesante squalifica in Europa dopo le minacce di morte dirette al norvegese Ovriebo.
Ibrahimovic comunque è rientrato da Malmoe dopo il permesso di quattro giorni concesso dalla società ma intanto c’è il Chievo e massima concentrazione per una trasferta che potrebbe diventare decisiva. Josè Mourinho sta provando un’Inter inedita perché non ci sarà lo svedese squalificato, mentre Muntari e Chivu sono ancora in recupero, fanno doppie sedute di allenamento ma lavorano a parte e non in gruppo, tanto che non sono certi neppure per la panchina.
Le buone notizie arrivano da Maicon che ha svolto un doppio allenamento, anche esercizi tecnici ed è sulla strada di un rientro prima della fine del campionato, senza forzare e solo se sarà necessario. E poi Samuel che ha svolto tutto l’allenamento in gruppo e ha poi terminato con un lavoro specifico in palestra, quindi dovrebbe essere confermato con Cordoba al centro della difesa con Zanetti a destra e Maxwell a sinistra. In mezzo tornano Vieira e Figo, con Cambiasso, Stankovic e lo scalpitante Balotelli, Crespo la punta scelta in questi ultimi giorni di Appiano.
Ma sono solo indicazioni, fuori Ibra è Josè Mourinho la carta vincente ora, Massimo Moratti si aspetta punti ma non disdegnerebbe una prestazione maiuscola. Questa mattina sarà ad Appiano, difficile ma non impossibile la sua presenza a Verona.