L’Inter riscopre il black power Vieira e Balotelli, gol e assist

nostro inviato a Bergamo

Cinica come ai bei tempi, sotto ritmo come negli ultimi. «Serve solo vincere» ha detto Mancini alla vigilia e l'operazione è compiuta: segni di ripresa si sono visti, c'è ancora un po' da lavorare. Però adesso c'è anche Balotelli.
ATALANTA
6 COPPOLA Guarda due palloni entrare nella sua porta. Ma non è certo colpa sua.
5,5 BELLERI Ha da tenere a bada il pupo, ma Balotelli lo salta e lo risalta. Quando ha l'occasione per il tiro dal limite mira alla bandierina del calcio d'angolo. E non la prende.
6 PELLEGRINO Messo in mezzo da Crespo e Balotelli si dà da fare. Non aveva previsto che Vieira gli sarebbe saltato in groppa.
5,5 MANFREDINI Accompagna Pellegrino con dignità. Ma la difesa dell'Atalanta era in emergenza e lui l'ha fatto notare.
5 BELLINI Era il dubbio della vigilia. È rimasto il dubbio della partita.
6 FERREIRA PINTO Gioca con la maglia bianca che gli spunta fuori da quella nerazzurra e sembra di rivedere Jair là sulla fascia. Peccato che la maglia nerazzurra sia dell'Atalanta e lui non sia Jair. Però se la cava.
6 TISSONE Della coppia centrale è quello che ha più personalità. Ma non basta.
5 GUARENTE Almeno si fa vedere nei calci da fermo. Per il resto è sovrastato.
5,5 LANGELLA Cerca spazi dove può, non li trova mai. (dal 28' st INZAGHI sv)
3 DONI Svolazza alla ricerca costante di se stesso. Non trovandolo cerca di farsi notare protestando a ogni fischio dell'arbitro finendo per farsi buttare fuori meritatamente. Serviva altro.
5 FLOCCARI È arrivato alla partita con una lettera di raccomandazioni da San Siro firmata Milan. Ma ha fatto scena muta.
All. DEL NERI 5 Squadra sottotono nel primo tempo e sottosopra alla fine. Due partite da grande ancora non le regge.
INTER
sv JULIO CESAR Nel primo tempo la cosa più pericolosa che fa è saltare i cartelloni pubblicitari per andare a recuperare un pallone. Nel secondo tempo almeno si riscalda.
6 MAICON Gli dicono che Langella fa male e lui si intimidisce. Quando mette fuori la testa sembra di rivedere l'Inter dei bei tempi. Però lo fa troppo poco.
7 RIVAS Il centrale di scorta gioca come se fosse il titolare. Mancini lo preferisce a Materazzi, lui non fa passare uno spiffero, spazza con autorità e interviene lasciando tutto senza macchia. Potrebbe mettere su un'impresa di pulizia. (dal 17' st MATERAZZI 6 Continua a pulire).
6,5 BURDISSO Gli interisti di questi tempi non lo vedono proprio come une certezza. Ma nel primo tempo Floccari è rimasto negli spogliatoi e lui si limita a qualche intervento alla terzinaccio. Nella ripresa replica.
6 MAXWELL Deve mettere paura a Ferreira Pinto e allora fa come Maicon, non si muove dalla sua piazzola. Anzi, fa anche di meno. Quasi mai passa la metà campo.
5,5 STANKOVIC Che non sia in forma si era già capito. Che serve alla causa pure. Ma i pasticci sono troppi, compreso quel tiro in piccionaia dopo che Balotelli lo aveva messo nel corridoio giusto.
8 VIEIRA La differenza tra un centrocampo di classe e uno operaio, solo che la nobiltà è un po' più fragile e allora l'Inter spesso deve fare a meno di lui. Quando c'è però si vede e si sente, come sa pure Pellegrino travolto per la testata dell'1-0. Decisivo.
6,5 CAMBIASSO Con Vieira è la coppia ideale. Gioca col freno a mano un po' tirato, però - casualmente, no? - il centrocampo dell'Inter non soffre.
7 ZANETTI Il solito capitano a dettare la linea. A volte parte palla in resta e nessuno gliela riesce a sradicare.
7,5 BALOTELLI Indispone subito Bergamo, quando esce per ultimo lemme lemme alla fine del riscaldamento sotto la ritrovata curva nord atalantina. Indispone gli avversari con quei tocchi vellutati, indispone anche Mancini - che al 40' lo richiama per una ramanzina - quando fa falli inutili. Però confeziona il calcio d'angolo per Vieira e un paio di assist d'oro, prima di confezionare il 2-0 con un paso doble da balera. Se non si perde davanti a qualche calendario, il gioco è fatto. (dal 38' st FIGO sv)
6 CRESPO Segna due gol in fuorigioco, sembra possa anche farcela. Ma non è il più fresco anche se dovrebbe e Mancini lo cambia (dall'11 st CRUZ 6,5 Suo l'assist per Balotelli. Non è poco)
All. MANCINI 6,5 la personalità è quella di prima, il gioco ancora no. Ma serviva respirare.

Arbitro DE MARCO 5 C’era almeno un rigore per l’Inter e la tv dice che il gol di Vieira era viziato da un fallo. Gli diamo una dritta però: quelli che ora parleranno di aiutone erano in tribuna stampa. E non si erano accorti di nulla.