Per l’Inter si tifa solo fuori dallo stadio

Sembra essere rimasto da solo questo tifoso immortalato dalla foto ad attendere la fine della partita che ha visto l’Inter battere gli scozzesi dei Rangers, nella seconda delle tre partite che i nerazzurri devono giocare a porte chiuse. In realtà erano alcune centinaia i fan nerazzurri che sono rimasti fuori dallo stadio ieri sera pur di stare vicino all’Inter. Pochi, meno della partita con gli ucraini dello Shaktar Donetz (debutto a porte chiuse nei preliminari di Champions), ma hanno cercato ugualmente di farsi sentire intonando cori e canzoni nella speranza che arrivassero in qualche modo alle orecchie dei giocatori. Qualcuno ha anche chiesto di poter entrare, ma non c’è stato niente da fare. All’interno dello stadio c’era grande silenzio, solo interrotto a tratti dai ragazzini che stazionavano dietro le porte a mo’ di raccattapalle. Agitazione anche in tribuna dove il presidente Facchetti, Moratti e Tronchetti Provera hanno fatto un gran tifo per tutti i novanta minuti. Sotto la giacca, come nella prima partita, avevano la maglia nerazzurra, una sorta di portafortuna che anche ieri sera ha funzionato.