L’Inter spietata distrugge i sogni del Palermo

A sorpresa, Mancini preferisce Adriano a Crespo e Solari gioca al posto di Cambiasso

Pochi minuti prima dell’inizio della gara si vedono in tuta a centrocampo sia Crespo che Cambiasso. A sorpresa, in campo Adriano dal primo minuto al posto di Crespo. Anche Cambiasso resta in panchina, al suo posto Solari che si occupa di Corini. Il Palermo gioca con la difesa a tre. L’Inter inizia con un’autorità da regina. Al 3’ Materazzi interviene di testa su Amauri dando un’idea di strapotenza che ammutolisce lo stadio. Il Palermo è però subito reattivo, Diana sulla destra tiene in allarme la difesa ma al 2’ un’azione in coppia fra Adriano e Ibrahimovic porta lo svedese a tiro, la palla esce di poco sul palo sinistro di Fontana con Rosetti che aveva fischiato prima ancora del tiro per un’azione fallosa del brasiliano. Ma sono le prove generali della rete che arriva al 7’, ancora le due punte nerazzurre in coppia, Adriano spalle alla porta serve Ibrahimovic di testa, palla a circa 25 metri dalla porta palermitana, parte un destro teso basso che s’infila sotto la pancia Di Fontana forse in ritardo: 0-1.
L’Inter continua la sua azione. Al 22’ Stankovic tenta l’impossibile da un metro dopo la riga del centrocampo: il tiro va fuori di due metri. Al 27’ scambio Stankovic-Adriano, il portiere si tuffa sul primo palo e sulla respinta Maicon precede tutti ma spedisce oltre la traversa. Al 30’ numero di Stankovic che poi scaglia un pallone in area che raggiunge perfettamente Adriano, controllo e sinistro sull’esterno della rete. Al 45’ il Palermo pareggia, c’è un traversone dalla destra di Julio Cesar, Bresciano corregge e allunga di testa per Amauri che rapido e preciso colpisce di esterno destro e mette la palla a fil di palo alla sinistra di Julio Cesar. È la prima vera azione del Palermo: 1-1.
Si riparte senza sostituzioni, ma Ibrahimovic, causa infortunio, lascia dopo 3’. Al suo posto Crespo. Dopo Ibrahimovic esce anche Amauri dolorante e stremato. Dentro Caracciolo. Un minuto dopo, è il 9’, mischia nell’area del Palermo, risolta da Rosetti che fischia un fallo che vede solo lui ma per lo meno ferma un pallone che sembrava impazzito. Al 15’ del st Adriano compie il suo secondo assist da gol della serata, raccoglie e dolce mette un pallone sull’interno destro di Vieira che colpisce sotto, la palla s’infila dal basso all’alto, Fontana si tuffa inutilmente: 1-2. L’Inter non concede nulla al Palermo fino al 39’ st quando Caracciolo colpisce un palo clamoroso.