L’Intergruppo compie 20 anni

Il 16 novembre, si è tenuta al Parlamento europeo di Strasburgo la riunione dell'Intergruppo «Caccia sostenibile, Biodiversità & Attività rurali», per celebrare il ventesimo anniversario di tale importante consesso politico che proprio grazie a un'idea della Federazione europea dei cacciatori era stato all'epoca fondato. La celebrazione è stata condotta dal presidente e coordinatore dell'Intergruppo, Michl Ebner.
Importante e significativa la presenza sia del vicepresidente del Parlamento europeo Ingo Friedrich, del commissario europeo all'Ambiente Stavros Dimas, con il quale la Face (che svolge mansione di segretariato dell'Intergruppo) intrattiene eccellenti relazioni.
Di notevole interesse il Progetto di risoluzione presentato da Ebner sull'opportunità di creare una rete degli «utilizzatori durevoli della natura» europei, dei quali facciano parte a buon titolo anche i 7 milioni di cacciatori dell'Ue quali gestori della fauna selvatica e degli habitat: progetto di Risoluzione che è stato immediatamente approvato, talché potrà trasformarsi in Risoluzione vera e propria. Durante il cerimoniale, Salvatore Mallimaci, console generale d'Italia a Metz, ha conferito a Gilbert de Turckheim, presidente della Face, l'onorificenza di cavaliere dell'ordine della «Stella della solidarietà Italiana», per i suoi numerosi e riconosciuti meriti nel settore della conservazione ambientale anche a fini sociali e umanitari, non solamente in Francia ma anche in altri Stati europei.
Per l'occasione, vi è stata la presentazione del volume di Ebner Nachhaltige Jagd, che ripercorre la storia dei primi vent'anni dell'Intergruppo illustrando contemporaneamente le caratteristiche dell'attività venatoria europea secondo le differenti tradizioni e culture. Tale volume è in via di traduzione in italiano, versione che verrà presentata ufficialmente a Milano la sera del 6 febbraio prossimo, in occasione dell'evento di apertura della settimana della gastronomia venatoria «Caccia in cucina», che coinvolgerà le province di Milano, Bergamo, Brescia e Como. Per l'Italia, erano presenti il vicepresidente della Face Giovanni Bana e il membro di Face Italia, Massimo Marracci. La prossima e ultima riunione d'Integruppo dell’anno in corso si terrà alla metà di dicembre.