L’Internazionale si sciolse per liti interne e nacque il Toro

La Pro Vercelli fu istituita soltanto ai primi del ’900 e non può essere il primo football club

Egregio dottor Lussana, non commento la scelta di pubblicare lettere di dubbio gusto e piene di inesattezze da parte di tifosi blucerchiati, evidentemente esasperati, ma rivendico il diritto di replicare alle inesattezze che avete, vostro malgrado, pubblicato.
Il fatto che l'Internazionale Fbc fosse di un anno più antica del Genoa lo si sapeva, ma si sapeva anche che tale sodalizio si sciolse per liti interne e alcuni soci di quel club insieme ad altri transfughi fuoriusciti dalla Juventus diedero vita nel 1906 al Torino Calcio, che come ben sappiamo è fallito proprio nel 99esimo anno di vita.
La sezione calcio della Pro Vercelli fu istituita ai primi del 900 e mi meraviglia che persone che scrivono ai giornali non abbiano nemmeno l'accortezza di informarsi: questa notizia la si può apprendere direttamente dal sito della Pro Vercelli.
Quanto alla presunta genovesità del Genoa faccio notare che la formazione che vinse il primo scudetto era già composta da giocatori inglesi e genovesi mischiati, a meno di non voler affermare che cognomi quali Bocciardo, De Galleani, Ghiglione e Ghigliotti provengano dall'Oxfordshire. Come vede l'integrazione a quel tempo era già conosciuta.
Ricordo inoltre che il Genoa nei primissimi anni di attività adottò quale campo di addestramento la piazza d'Armi del Campasso a Sampierdarena: credo di poter affermare senza tema di smentita che la Sampierdarenese fu fondata a seguito di questo fatto.
Vogliamo parlare della Società ginnastica Andrea Doria, la cui sezione calcio, istituita nel 1901, fu avvviata da tre riserve del Genoa, tra cui il siculo-svizzero Franz Calì?
I documenti ufficiali, sui quali si basano le persone serie, dicono che la prima partita di football ufficiale in Italia fu disputata sul Campo di Pontecarrega il 6 gennaio 1898 fra il Genoa (che come vede compare gà quale società stutturata) e una mista rappresentativa di squadre torinesi. L'incontro terminò 1 a zero per i torinesi, i quali si fecero prestare un giocatore dal Genoa. Le cronache riportano anche l'incasso ed il numero di settatori.
Il Genoa nel maggio dello stesso anno si prenderà la rivincita andando a vincere il primo campionato di calcio italiano proprio a Torino contro 3 squadre locali.
Quanto allo stadio di Marassi, nel 1913 per la sua seconda inaugurazione, le cronache dell' epoca dicono:...viene oggi inaugurato lo stadio del Genoa, capace di 25 mila posti, con 2 tribune coperte da far invidia ai migliori stadi inglesi. In quegli stessi anni l'Andrea Doria, progenitrice della Sampdoria, giocava in un campetto detto la Cajenna per il quale versava un affitto al Genoa, che nel 1927 verrà dichiarato inagibile e sopra il quale il Genoa costruirà la Gradinata Nord. Quindi, seguendo il ragionamento contorto del tifoso di ieri possiamo dire che tutti i week end dalla terra d'Albione arrivavano a Genova 25000 supporters del Grifone, mentre quelli della presunta squadra di Genova si accomodovano in un campetto stile Baiardo? Come diceva Totò: ma mi faccia il piacere!
Della Liguria-Sampierdarenese non dirò nulla, in quanto a quel tempo il Comune di Sampierdarena era provincia di Genova. Verrà annesso soltanto nel 1926. Ossequi.