L’interregionale annunciato a urla

Proprio prima di Natale ho visto alla stazione ferroviaria di Genova Sampierdarena che l'inefficienza e gli errori nel dare informazioni sui treni in arrivo sia con gli altoparlanti sia con i monitors non può essere dovuta soltanto ad ignoranza o sciatteria ma anche ad un po' di volontà di esasperare la situazione già di per sé fuori controllo con treni soppressi & C.
Ora tutti sanno che alla stazione di Sampierdarena convergono più linee e che tutti i treni in arrivo da Acqui Terme o dalla linea «vecchia» dei Giovi partono verso Levante dal binario 1 mentre quelli provenienti dalla riviera di Ponente partono verso Levante dal binario 5.
Invece sia i monitors sia gli annunci informavano che il treno interregionale da Savona per Parma delle 18.55 e che viaggiava con 20 minuti di ritardo sarebbe partito dal binario 1 e cosi i passeggeri, alcuni con valigie al seguito, si erano disposti lungo il binario 1.
Quando il treno è arrivato sul binario 5 e non c'era alcun passeggero sul binario, il personale del treno interregionale ha urlato agli ignari passeggeri fermi sul binario 1 che quello era il treno per Parma che come tutti i giorni transitava sul binario 5; i passeggeri giù di corsa e... finalmente la partenza con ulteriore ritardo.
Ora, possibile che nessun operatore sia di monitors sia di altoparlanti non sappia quali siano le famiglie di treni che possono transitare sui binari delle linee convergenti sul nodo di Genova Sampierdarena? Poi se ci scappa l'errore ... visti i ritardi... si poteva rimediare per tempo evitando ai passeggeri con valigie al seguito degli inutili traslochi da un marciapiede all'altro.