L’intervento «Con Vaccarezza anche senza la lista»

Pdl a Savona: nulla è perduto. Qualunque sarà la decisione sulla presenza della lista del Pdl alle elezioni Provinciali, è necessario che ognuno tenga ben presente che: 1) Abbiamo, in ogni caso, il nostro candidato, che è Angelo Vaccarezza. 2) Il nostro candidato è sostenuto, anche senza la lista del Pdl, da ben 7 altre liste collegate, ricche di candidati altrettanto validi ed affidabili di quelli della lista del P.d.L. e quindi la scelta dell'Elettore di Centro-Destra si ridurrebbe semplicemente da 192 a 168 candidati, a livello provinciale e comunque in ogni collegio la scelta sarebbe tra 7, anziché tra 8 candidati, tutti di Centro-Destra. 3) Le liste collegate, seppure con diverse sfumature e sensibilità specifiche (non va dimenticato che a livello nazionale alcune di esse sono già confluite nel Pdl), sono assolutamente tutte accomunate da un profondo sentire comune su ognuno degli argomenti più importanti della convivenza civile e dei riferimenti ideali in genere.
Per queste ragioni, al di là dello spiacevole scivolone, sul quale si potranno poi spendere tempi interminabili, fiumi di inchiostro e qualche ditata negli occhi, bisogna che oggi ognuno sia consapevole del fatto che la possibilità da parte del Pdl di far cambiare rotta a questa Provincia è tuttora, se non perfettamente intatta, certamente ancora ben solida e che quindi essa non va dissipata in malumori e scoramento. Gli Elettori vogliono che la Provincia di Savona cambi di mano, tanto quanto vogliono che le province, in genere, vengano al più presto abolite. Entrambe le cose sono a portata del Pdl e si trovano nelle sue intenzioni, che vi sia o non vi sia, il suo simbolo su questa scheda elettorale.