L’INTERVISTA IL METEOROLOGO

Genova«Niente previsioni, per il ponte 25 aprile-1° maggio! Sciopero bianco» sbotta Achille Pennellatore, 54 anni, da una trentina meteorologo di Portosole, in quel di Sanremo. E precisa: «Mi ribello. Albergatori e ristoratori accusano la nostra categoria di aver fatto scappare i clienti di Pasqua e Pasquetta, diramando bollettini pessimistici. Allora io incrocio le braccia».
Ma loro insistono: avete compromesso la voglia di gite fuori porta. Vogliono chiedervi i danni.
«Hanno parlato di meteo-killer, ammazza turismo. Alcuni, in Versilia, si sono spinti anche a ipotizzare denunce di procurato allarme».
È quello, dica la verità, Pennellatore, che l’ha fatta incavolare.
«Non solo: ci sono state anche telefonate arrivate a me personalmente, di tenore non proprio educato. Insomma: i meteorologi sono stati messi sul banco degli imputati e condannati».
È anche vero, però, che avete detto: verrà la bufera. Invece c’è stato bel tempo dappertutto...
«Un momento. Se consideriamo le previsioni a sette giorni, quelle che hanno un’affidabilità non superiore al 50 per cento, è vero che parlavano di maltempo».
Poi vi siete smentiti.
«Nessuna smentita. Le previsioni si aggiornano di continuo e si affinano sulla base di modelli matematici. A distanza di 72 ore, ad esempio... ».
Che è successo?
«È successo che ci siamo accorti che la perturbazione prendeva altre strade nel cielo della penisola. E abbiamo corretto il bollettino».
A quel punto, però, i turisti avevano già disdetto le prenotazioni.
«Mi sembra un’accusa ingiusta. Mica si può dare a noi la colpa della crisi del turismo».
Dicono che siete una schiatta di protagonisti dell’atmosfera, di star del cielo.
«Le nostre previsioni sono affidabili, basta capirsi».
Appunto, ci faccia capire.
«Parliamo di percentuali: l’affidabilità con 72 ore di anticipo è, ormai, quasi del 100 per cento. Prima è pretendere troppo».
Dicono che siete un po’ stregoni e un po’ scienziati.
«Ma che stregoni! Ci basiamo su dati, cifre e modelli razionali. Ci affidiamo ai computer. Se ci azzecchiamo non è per caso».
Un consiglio ai nostri lettori.
«Fidatevi del bollettino più recente. Come per la lista dei prezzi: l’ultimo avviso annulla e sostituisce i precedenti».
Ma il suo bollettino più recente, Pennellatore, prevede sciopero.
«Diramerò da Portosole i tre dati fondamentali: forza del vento, stato del mare e fenomeni pericolosi per la navigazione. E basta».
La benediranno i diportisti. Ma così farà arrabbiare quelli che vanno in macchina.
«Ma almeno loro non mi denuncino, mi raccomando!».