L’intervista Zambetti: «Incentivi a chi assume disoccupati»

È stata una partenza frizzante quella dei saldi milanesi. Ieri, nonostante la temperatura esterna non fosse delle più clementi, la gente si è messa pazientemente in fila davanti ai negozi, soprattutto quelli delle grandi griffes del quadrilatero della moda.
Quindi, dopo una stagione che ha registrato vendite in calo - soprattutto per quanto riguarda l’abbigliamento - la seduzione del prezzo ribassato continua a funzionare. Lo sconto medio dei saldi, calcolato intorno al 40 per cento, ha attirato dunque schiere di consumatori tanto che le previsioni di Ascomoda-Unione del Commercio di Milano, parlano di un acquisto medio per famiglia di 540 euro: più di 200 euro a persona per un valore totale di oltre 480 milioni.
E tutto questo nonostante il Codacons avesse già stimato nei giorni scorsi, per il periodo dei prezzi scontati, un 30 per cento di cali delle vendite.
Ma la vera sorpresa sono stati i centri commerciali presi letteralmente d’assalto. Code chilometriche anche negli outlet.