Per l’intesa-Zaleski le banche incassano 230 milioni

Le banche italiane protagoniste della stabilizzazione del debito della Carlo Tassara incasseranno complessivamente commissioni per 230 milioni. L’accordo raggiunto tra la holding di Romain Zaleski e i cinque istituti (Unicredit, Intesa Sanpaolo, Mps, Ubi e Bpm), secondo l’agenzia Radiocor, prevede una commissione iniziale pari all’1% dell’esposizione complessiva della tassara (3,8 miliardi) verso le banche e una commissione finale pari al 5% dello stesso ammontare. Le due fee saranno rispettivamente di 38 e di 190 milioni. Quest’ultima scatterà tra dodici mesi in caso di raggiungimento di un certo di livello di minore debito da parte della holding. Le commissioni complessive verranno suddivise tra i cinque istituti di credito pro quota.