L’inutile assalto della Samp contro il «muro» dei rumeni

Federico Casabella

Una Samp dai due volti non va oltre uno scialbo 0-0 nella gara d’esordio del girone eliminatorio della Coppa Uefa. Più concreta nel primo tempo, la squadra di Novellino sparisce nella ripresa evidenziando lacune in attacco. La prima occasione della gara è degli ospiti che, con Iacob sfiorano il vantaggio al 16’, bravo Castellazzi a opporsi all’insidiosa bordata da fuori area. La Samp ci prova prima con un tiro di Zauli, poi con Tonetto, infine con una doppia conclusione di Volpi, ma non riesce a concretizzare. Nella ripresa gli ingressi di Flachi e Kutuzov servono a spostare più avanti il baricentro della squadra ma le occasioni si centellinano.
CASTELLAZZI: voto 6.5. Pratico ed elegante, oltre ad essere efficace esprime anche un effetto «scenico» ai suoi interventi.
ZENONI: voto 6. Rimane in fase di copertura senza spingere. Attento in fase difensiva, manca nei cross.
CASTELLINI: voto 6. Gli tocca Iacob, l’avversario più «rognoso», gli concede il minimo. Esperto.
SALA: voto 6. Bene in coppia con Castellini, controlla Dica senza correre nessun pericolo. Giocatore ritrovato.
PISANO: voto 5.5. Non riesce ad uscire dalla sua zona perché troppo pressato dal centrocampo rumeno. La sua spinta è mancata.
GASBARRONI: voto 6.5. Vivace come al solito, tiene sempre acceso il gioco blucerchiato. (dal 21’ st) DIANA voto sv: entra quando la Steaua ha già serrato le fila e partecipa alla confusa fase d’attacco blucerchiata.
VOLPI: voto 6.5. Imposta meno del solito ma la sua partita è un concentrato d’energia: difende, pressa e si permette il lusso di provare il gol più volte. Capitano coraggioso.
DALLA BONA: voto 5.5. Manca in fase propositiva, subisce troppo il pressing di Parashiv e Lovin e non riesce a reagire.
TONETTO: voto 6. Piazza palloni importanti nell’area avversaria nonostante intorno a lui la difesa rumena crei una gabbia. Pericoloso. (dal 14’st) KUTUZOV voto 5.5: a differenza del solito, il suo ingresso non riesce ad incidere sulle azioni d’attacco della squadra di Novellino.
ZAULI: voto 5. Imposta, ma rimane un po’ lento e talvolta impacciato nelle conclusioni. (dal 1’st) FLACHI voto 5: il vero Flachi non è questo. Oltre ad avere difficoltà nel farsi vedere dai compagni in area avversaria, appare poco utile al gioco della squadra.
BONAZZOLI: voto 6.5. Non conclude troppe volte a rete ma le sue giocate di testa liberano sempre qualche compagno. Pedina preziosa.