L’INVITATO SPECIALE

In mezzo a una parata di stelle di primissimo piano, l’ospite d’onore è stato Simone Farina, il difensore del Gubbio entrato nella cronaca dal calcioscommesse italiano come la mosca bianca che ha rifiutato di taroccare una partita dopo essere stato avvicinato da un emissario della banda che aveva messo le mani sulle partite del nostro calcio.
«Farina difende l’onore del calcio. Ciò che ha fatto quest’uomo di 29 anni merita tutto il rispetto e tutta l’ammirazione». Così Joseph Blatter, presidente della Fifa, ha voluto omaggiare Farina durante la cerimonia per la consegna del Pallone d’oro. «Farina -ha detto Blatter- rappresenta tutto ciò per cui lottiamo: uno sport limpido, giusto, onesto. Con il suo “comportamento normale”, come dice lui, ha difeso il suo onore e quello di tutti noi».
«Ciò che festeggiamo oggi -ha aggiunto Blatter invitando la platea ad applaudire il giocatore del Gubbio- lo dobbiamo a persone come Simone Farina, che sono disposte a difendere il nostro onore nella lotta contro la mafia delle scommesse illegali».