«L’invito a mettersi in regola» introvabile lettera di Veltroni

E Veltroni, in tutto questo, che fa? «Il sindaco - dichiara la delegata comunale per i problemi dell’Handicap, Ileana Argentin, - ha spedito circa tre anni fa una lettera alle aziende municipalizzate della capitale, invitandole a mettersi in regola con quanto previsto dalla legge sulle categorie protette». Proviamo a capire cosa significa «invitandole a mettersi in regola«. E perché l’invito del sindaco pare che non sia stato seguito. Partiamo dalla fonte: la lettera inviata da Veltroni. Chiediamo all’Argentin se è possibile averne una copia. «Mi metto alla ricerca», ci dice gentilmente la delegata del sindaco. Ma dopo una settimana la lettera ancora non si trova. «Provi a rivolgersi alla segreteria o all'ufficio stampa del sindaco», è il consiglio di Argentin. Che cogliamo al volo. La segreteria si mette all’opera. Scartabella carte, fa ricerche nell’archivio telematico, alza la cornetta per chiedere aiuto ai colleghi. Della lettera non si sa nulla. Lasciamo un numero di telefono per essere ricontattati. In serata riceviamo una telefonata: «Abbiamo cercato tutto il pomeriggio il documento che le serve, ma senza risultato». Riproviamo il giorno dopo. Inutilmente. Della lettera non c’è traccia.