L’iPod diventa nano e sposa il telefonino: ecco la mossa a sorpresa di Steve Jobs

Maddalena Camera

da Milano

Il telefonino iPod è ormai una realtà. Lo ha annunciato ieri mattina a San Francisco Steve Jobs, il padre-padrone di Apple la società di pc che è diventata uno dei maggiori distributori al mondo di musica via Internet. E tutto grazie a un software, il magico iTunes, che scaricato sull’iPod, ossia il lettore musicale targato Apple ne ha fatto la regina della rete. Quanto al cellulare sviluppato in collaborazione con Motorola sarà nei negozi Usa per fine settimana venduto da Cingular ossia il maggior gestore di telefonia cellulare statunitense.
Unico neo del nuovo apparecchio è il limite imposto alla memoria. Il Motorola-iPod che si chiama Rokr ossia «Rocker», conterrà infatti soltanto 100 canzoni poche per chi è abituato a tenere in tasca un intero negozio di dischi possibilmente a due piani. In compenso sarà equipaggiato di fotocamera. Insomma il prodotto non è granché ma l’impatto mediatico è enorme. Ieri a San Francisco, a pochi passi dal famoso garage dove è nata Apple, Steve Jobs si è collegato in videoconferenza con Londra dove l’aspettava la rockstar Madonna che ha convogliato tutti i suoi album nel music store online iTunes. Il richiamo, questa volte delle parole, è servito anche per la scrittrice J. K. Rowling che ha portato su iTunes i sei libri che ha scritto su Harry Potter.
Apple che ha venduto oltre 21 milioni di iPod da quando il prodotto è stato introdotto sul mercato nel 2001 non si ferma e punta a nuovi successi. Così accanto all’iPod Shuffle lancerà anche iPod Nano che conterrà oltre mille canzoni ed è piccolo come una penna. «Il Nano - ha detto Jobs - è ridotto dell’80% rispetto alla versione originale dell’iPod». Un’altra novità sarà iPod Video che permetterà, oltre ad ascoltare musica anche di vedere video e immagini. Quanto al software sul sito è possibile scaricare la nuova versione del music player ossia iTunes 5. Sul fronte del telefono il Motorola Rokr oltre agli Stati Uniti sarà disponibile presto, entro la fine di settembre anche in Italia. Naturalmente quando arriva una chiamata il cellulare interrompe automaticamente la musica per permettere all’utenti di rispondere. Secondo gli analisti però la joint venture con Motorola non è destinata a durare.
Apple tra 18 mesi potrebbe mettere in commercio un cellulare iPod prodotto in maniera del tutto autonoma. Inoltre, sempre secondo gli esperti, questi servizi potrebbero portare a margini di guadagno per gli operatori mobili inferiori a quelli previsti per le case discografiche.