L’ira di Ferguson: «Ronaldo uno schiavo? Gli preparo l’inferno»

«Renderò la vita di Cristiano Ronaldo a Manchester un inferno». Parola di Sir Alex Ferguson. Il tecnico dei «Red Devils» ha infatti definitivamente perso la pazienza con il campione portoghese: non gli è piaciuta l’uscita della sua stella, che non solo ha assecondato l’infelice frase del presidente della Fifa, Joseph Blatter, che ha paragonato i giocatori di oggi a «moderni schiavi» (e per questo si è beccato una petizione online da parte del Sun che ne chiede la cacciata), ma che non ha nemmeno fatto retromarcia. Questo suo atteggiamento, unito alle frasi sulla sua presunta schiavitù, ha fatto letteralmente infuriare Ferguson. L’allenatore non parla con il calciatore portoghese da due mesi e intende continuare a non farlo fino al 28 luglio prossimo, quando il Manchester rientrerà dalla tournée in Sud Africa. E per quella data Ferguson si aspetta - pare abbia proprio ordinato a Ronaldo di presentarsi - di trovare in ritiro anche il suo numero 7, ora a Lisbona per la rieducazione della caviglia destra operata ad Amsterdam che lo terrà fuori gioco per più di due mesi.