L’ira del governo per il flop polacco

Dopo l'eliminazione della Polonia nella prima fase dei Mondiali il primo ministro Kazimierz Marcinkiewicz ha chiesto una trasformazione profonda del movimento calcistico minacciando l'intervento diretto del governo in caso di mancati correttivi da parte della federcalcio locale entro il mese di dicembre. Secondo Marcinkiewicz la squadra del ct Pawel Janas «non era all'altezza di un Mondiale»: «È questo il livello del calcio polacco?», ha chiesto il capo di governo.