L’ira del ministro: «Il mio numero finito su internet»

Il numero del cellulare suo, e di Prodi, pubblicato su internet. Il ministro della Giustizia, Clemente Mastella (nella foto in alto), è andato su tutte le furie quando ha saputo che sul sito di Radio Carcere (rubrica di Radio Radicale e del Riformista) era stato inserita la relazione di Gioacchino Genchi, consulente del Pm di Catanzaro, Luigi de Magistris, che sta conducendo l’indagine «Why not». Un documento contenente riferimenti ai telefonini del ministro e del premier. Il Guardasigilli ha chiesto ai responsabili della testata di sospenderne la pubblicazione, ma l’accoglimento della richiesta non ha placato Mastella, che è sembrato avercela soprattutto con chi ha passato a Radio Carcere la relazione: «È incredibile, è la fine del mondo - si è sfogato il Guardasigilli - chi l’ha fatto è un cinico, un irresponsabile che non ha il senso delle istituzioni e delle proporzioni, in una parola un farabutto. Non è solo una questione di privacy, ci sono anche motivi di sicurezza da rispettare». «Si è trattato solo di uno spiacevolissimo inconveniente tecnico durato solo pochi minuti», ha spiegato Riccardo Arena, responsabile della rubrica, che critica la relazione di Genchi.