L’ira di Pannella dalla tribuna

Protesta di Marco Pannella alla Camera, poco prima della votazione per eleggere il capo dello Stato. Era appena finito il momento di silenzio per le vittime di Nassirya e in Afghanistan quando il leader storico dei radicali, seduto nella tribuna riservata ai senatori, ha iniziato a gridare a Bertinotti: «Presidente, sono un senatore della Repubblica!». Il presidente della Camera ha proseguito nella lettura del suo testo senza fermarsi. Pannella ha continuato a gridare: «Viva il Parlamento». Pannella si è aggrappato alla ringhiera mentre dall’Aula qualcuno ha gridato: «Dai, buttati»