L’Iran: «Sul nucleare nessun passo indietro» Monito all’Occidente

L’Iran non accetta di sospendere le sue ricerche sul nucleare e continuerà il suo programma. «Se vogliono rinviare il caso al Consiglio di sicurezza, ciò non rimuoverà il problema», ha affermato ieri il presidente Mahmoud Ahmadinejad, aggiungendo che Teheran non è intenzionata a dotarsi di armi nucleari. L’Iran ha tolto il 10 gennaio i sigilli dagli impianti per la ricerca nucleare, nonostante gli avvertimenti di Europa e Usa che ciò avrebbe messo a rischio i negoziati. Quello che tutti temono è che l'Iran possa decidere per rappresaglia tagli alle sue esportazioni petrolifere, una mossa che farebbe schizzare verso l'alto prezzi. Ahmadinejad ha accennato a questo tema ribadendo che sono molti i Paesi ad avere bisogno dell’Iran. Per questo motivo tutti escludono l’azione militare e restano tiepidi sul ricorso a sanzioni contro Teheran che, ieri, nonostante i duri proclami, ha fatto sapere di essere pronta a riprendere i colloqui con l’Ue.