«L’Irap alta taglia le gambe alle imprese»

Romolo Del Balzo, consigliere regionale di Forza Italia, accusa la giunta Marrazzo sull’Irap. «Il 31 novembre 2001 - ricorda - il consiglio regionale del Lazio guidato dal centrodestra votò la riduzione dell’Irap e il Pil del Lazio balzò a ridosso di quello della Lombardia; si trattò di un intervento strategico perché favorì le attività vocazionali del Lazio a cominciare da turismo, agricoltura, trasformazione di prodotti agricoli e manifatture, e diede i suoi frutti. Nel 2006 l’attuale amministrazione di centrosinistra elevò al contrario l’Irap ai massimi livelli indebolendo l’economia regionale proprio quando la crisi internazionale incombeva. Marrazzo promise che sarebbe stata una misura temporanea, ma così non è stato, e le tasse continuano, in piena crisi, a tagliare le gambe alle imprese del Lazio. Il dramma è che con i ricavi derivanti dall’aumento dell’Irap, e da quello dell’Irpef, i conti della Sanità regionale non sono andati a posto ma anzi sono peggiorati».