L’Irlanda sceglie un poeta come presidente

Michael Higgins è il nuovo presidente della Repubblica irlandese: il 70enne ex ministro della Cultura, poeta e militante pacifista, ha sfiorato il 40 per cento delle preferenze e i suoi rivali hanno ammesso la sconfitta. Il malcontento del pubblico per la crisi economica e per i tagli imposti dall’Unione europea e l’individualismo incarnato dal candidato indipendente Sean Gallagher sono state sconfitte dal pacato ottimismo radicato nelle tradizioni gaeliche di David Higgins, sempre vicino alla gente senza mai sconfinare nella retorica qualunquista. Parlamentare laburista per venticinque anni, si era candidato senza successo alle elezioni legislative nel 1969 e nel 1973, per poi venire nominato per un seggio al senato quello stesso anno.