L’irlandese Ryanair regala biglietti per ogni gol segnato all’Inghilterra

Il boss della compagnia low cost, O’Leary, mette in palio anche 25mila tagliandi gratuiti per ogni rete messa a segno dall’Italia

Claudio De Carli

Mr O’Leary l’ha presa molto alla larga. Per spiegare che starà dalla parte degli azzurri in Germania, ha confessato di essere abbastanza deluso dalla mancata partecipazione dell’Irlanda al mondiale tedesco e quindi di tifare contro l’Inghilterra. È un giro di parole che può creare un certo sconcerto, ma il suo è un disegno che non fa una grinza.
Eppure la dichiarazione di Mr Michael O’Leary non sarebbe poi una notizia di così primo pelo se non fosse che di professione questo irlandese fa l’Amministratore delegato di Ryanair e quando qualcuno lo rende felice lui regala voli gratis a tutti.
Poco prima dell’inizio del mondiale, avvicinato dal settimanale tedesco Welt am Sonntag, Mr Ryanair ha dichiarato: «Sono molto dispiaciuto di non poter tifare per la mia nazionale irlandese e vista la nota antipatia per gli inglesi ho pensato a questo: se l’Inghilterra prende un gol io regalo migliaia di biglietti aerei. Sono pronto a regalare fino a 100mila biglietti aerei per ogni gol o qualcosa di simile che subiranno gli inglesi».
Simpaticissimo, specialmente se ci dovesse spiegare cosa intende per qualcosa di simile: essendo il gol una sorta di disgrazia, si potrebbe ipotizzare che qualunque maledizione colpirà nel mese di giugno l’Inghilterra, significherà viaggi gratis a raffica.
Ma non è tutto, Mr O’Leary che tifa contro l’Inghilterra ma allo stesso tempo è un accanito tifoso del Manchester sbagliato, con tutto il rispetto, il City, spiega che è anche un calciatore di buone intenzioni e gioca a calcetto in un ruolo complicatissimo: out front position. Insomma non è uno che si può prendere alla leggera e il fatto che si sia messo a tifare per gli azzurri rende più leggeri anche noi, perché volare è bello, ma volare gratis è ancora più bello.
L’inizio è stato molto soft: 50mila biglietti aerei gratis se l’Italia supera il girone, 150mila se passa il secondo turno, 250mila se entra nei quarti, 550mila se gioca la semifinale, un milione di viaggi gratis se gli azzurri vincono la Coppa del Mondo. Probabilità ottime, saremmo anche dei pessimisti integerrimi, ma il superamento del primo turno non dovrebbe essere poi una impresa così temeraria e su 50mila biglietti gratis qualcosa dovrebbe saltare fuori. Il resto si può lasciare immaginare, un’Italia in finale darebbe già un totale di un milione di biglietti gratis, che raddoppierebbe in caso di vittoria finale.
Ma a Mr O’Leary piace esagerare. La responsabile marketing e vendite di Ryanair per l’Italia, Bridget Dowling, ha tentato inutilmente di far passare in secondo piano le iniziative del suo capo, dando un volto strategico all’iniziativa: «Il mercato italiano per noi è il più importante dopo quello del Regno Unito. I passeggeri italiani sono i nostri migliori fans e quindi noi saremo i primi fans dei sostenitori italiani».
La cose funzioneranno più o meno così: al momento dell’acquisto on line del biglietto, si aprirà una finestra che avvisa che lo stiamo comprando a costo zero. Sempre che l’Italia vada avanti secondo la personalissima tabella stilata da Mr O’Leary.
Giusto per dare anche qualche notizia, la compagnia low cost più famosa del mondo stacca il 98 per cento dei biglietti attraverso il suo sito. Ma Mr O’Leary questa volta ha veramente esagerato: «Ho pensato che attendere il passaggio del turno fosse troppo noioso: 25mila voli aerei per ogni gol che l’Italia segna al Ghana... per ora». Pazzi irlandesi.