L’ironia della maggioranza

Al portavoce del Pdl, Daniele Capezzone è bastato guardare il videomessaggio del presidente della Camera, che ieri pomeriggio campeggiava sui siti dei quotidiani, per tirare le fila. «Mi ritrovo a pensare che Italo Bocchino, in questi mesi, gli ha fatto più danni di Giancarlo Tulliani». Sì, proprio lui, il «cognato» nelle cui disponibilità è finito il famoso appartamento di Montecarlo, ereditato qualche anno fa da Alleanza Nazionale. Se la maggioranza e il Paese si trovano in queste condizioni, prosegue Capezzone, è tutta colpa dei pasdaran di Gianfranco Fini. «È alla loro irresponsabilità che si deve l’essere arrivati a questo punto - incalza il portavoce del Pdl - starà a Futuro e Libertà fermarsi, prima che sia troppo tardi: intanto, gli italiani hanno capito tutto, e sanno ben distinguere chi, come il governo Berlusconi, sta continuando a lavorare per il bene del Paese, e chi invece ha alimentato polemiche e fibrillazioni di cui l’Italia non aveva bisogno».