L’Italia battuta anche da Cuba Adesso Londra è più lontana

Hamamatsu. Secondo stop in coppa del Mondo per gli azzurri della pallavolo, superati in quattro set da Cuba (21-25, 25-19, 20-25, 17-25). Prestazione non eccezionale dei ragazzi di Berruto molto fallosi in attacco, poco incisivi a muro e in attacco. Ne è uscito un match in cui i vicecampioni del mondo hanno potuto imporre il loro gioco e il loro ritmo ed hanno vinto meritatamente.
Nella giornata in cui hanno vinto tutte e tre le prime della classifica (Polonia, Russia e Brasile) questo stop per l’Italia non ci voleva. Con la seconda sconfitta, infatti, l’Italia vede allontanarsi a quattro punti l’ultimo posto disponibile per la qualificazione olimpica. Battuta da Cuba la formazione azzurra è ora quinta in classifica, scavalcata proprio da Leon e compagni. E oggi i ragazzi di Berruto sono attesi dalla sfida con la Serbia, nel match che sarà la rivincita della finale europea. Fin qui Miljkovic e compagni sono stati decisamente deludenti, e ier hanno perduto nettamente con la Russia, schierando però una formazione prova di tutti i migliori, come ha fatto l’Argentina contro il Brasile: probabilmente chi non ha più chance di arrivare direttamente a Londra comincia a pensare alle qualificazioni continentali.