L’Italia dei mercatini in città e provincia

In tutta Europa i mercatini di Natale - alcuni di tradizione secolare, altri più recenti - sono ormai diventati per molti un appuntamento annuale e per altri una meta di grande interesse turistico ancora da scoprire. Durante le quattro settimane che precedono il Natale, nelle città grandi e piccole di quasi tutto il continente, si respira un'atmosfera festosa, e l'aria profuma di neve, spezie e dolciumi. I loro centri storici sono tutti un risuonare di canti dell'Avvento, concerti, musiche e cori d'angeli. Ricami di luci, ghirlande variopinte e abeti addobbati fanno da scenografia a cattedrali gotiche, antichi palazzi e tipiche case. Il profumo di vin brûlé, pan pepato, dolci tradizionali e caldarroste circola invitante tra gli stand, dove trovare regali originali e far man bassa di addobbi e di prodotti enogastronomici. Si possono ammirare rievocazioni storiche in costume e artigiani intenti nel loro lavoro: dal fabbro che forgia il metallo sul fuoco vivo, agli artisti che scolpiscono il legno, alla lavorazione delle ciabatte in feltro, ai soffiatori di vetro che creano palle di Natale di ogni forma e colore a richiesta.
A Napoli nelle vie San Gregorio Armeno e Spaccanapoli si susseguono botteghe specializzate nel presepe. La Fiera di San Michele a Lucca, dall' 8 al 26 dicembre si svolge nell'omonima piazza e conta più di 70 stand con prodotti artigianali, enogastronomici, addobbi, decorazioni, giocattoli e dolciumi. In piazza Santa Croce a Firenze dal 30/11 al 28/12 si potranno acquistare arredi per l'albero e per il presepe. A Bussolengo (VR) fino al 24/12, gnomi, fate e casette incantate fanno da contorno al tradizionale mercato Flover.
A Torino fino al 23/12 il Borgo Dora offrirà, oltre alla possibilità di acquisti di composizioni floreali, sculture in argilla, oggetti in ceramica, vetro e legno, ricami su stoffa, cappelli di feltro, manufatti in cera come le immancabili candele e i vasi, anche prelibatezze alimentari, il tutto in un contesto scenografico con 50 chalet di legno e un centinaio di bancarelle all'interno del Cortile del Maglio. Dal 7 al 16/12 si svolgerà a Siracusa la Fiera del Sud con oltre 300 espositori.
Per tutto il mese di dicembre a Genova in piazza Piccapietra il tempo si fermerà al Rinascimento con una perfetta ricostruzione delle antiche abitazioni, tra nobili e popolani, al mercatino di San Nicola, troverete un centinaio di artigiani provenienti da tutta Italia, intenti a realizzare in tempo reale strenne e oggetti di ogni genere, in legno, vetro, ferro e ceramica, per i vostri regali. Interessante l'area dedicata alla degustazione, con la possibilità di comprare formaggi, vini, salumi e dolci tipici locali. Dal borgo medievale si entra in una fattoria ricca di animali. Poco più in là, nascosti sotto un arco gotico, sbucano paesaggi tra le montagne, i mulini, i pastori e una capanna: sono i presepi liguri.
«Il Paese di Natale» è il nome della manifestazione che per tutto il mese si svolgerà a S. Agata Feltria (PU) che richiama ogni anno migliaia di visitatori ed è diventata l'appuntamento d'inverno del Centro Italia per gli appassionati di mercatini natalizi proponendo le più originali idee regalo e i decori più raffinati. I turisti percorrono le strade al suono tradizionale delle zampogne ammirando i suggestivi presepi artigianali. Ristoranti, trattorie e locande propongono il percorso gastronomico «i piatti dell'Avvento».
Non sarà Innsbruck o Salisburgo. Ma anche Milano punta a farsi un nome tra gli appassionati dei mercatini di Natale, che quest'anno saranno ancora più numerosi e sparsi in diverse strade del centro. Trecento bancarelle in tutto, parola d'ordine «qualità», sia per i prodotti esposti che per gli allestimenti. Dal 7/12 al 6/1 si potrà andare a caccia dei regali esposti sulle 300 bancarelle sparse in diverse vie del centro. Ben due mercatini invece dove verrà inaugurato il Christmas Village, ai giardini di via Palestro: uno sarà proprio all'interno del villaggio, con casette di legno, merceologie di pregio e antiquariato, l'altro davanti al Pac. Ancora mercatini lungo corso Europa, fino a San Babila, in largo Corsia dei Servi, nella Loggia e in via dei Mercanti. Dopo lo stop a metà ottobre, torna anche il mercatino degli artigiani a Brera. Il quartiere - da via Madonnina a via Brera e Fiori Chiari - si ri-trasforma in una piccola Montmartre per le feste. Qualità e gazebi tutti bianchi anche ai 400 espositori degli Oh Bej Oh Bej che per il secondo anno circonderanno il Castello Sforzesco, dal 6 al 9 dicembre. Mercatini anche in tutta la Provincia meneghina. Da quelli nei centri storici a quelli, più commerciali, ma non meno interessanti come il Key West Christmas Village di Magenta.
In Italia i più gettonati sono quelli di Bolzano, Bressanone e Merano. In quest'ultimo, tra tante bancarelle, un forno a legna dello «Schollbeck» il panettiere di corte cuocerà le «Dinnede», pane contadino imbottito, secondo un'antica ricetta, con cipolle e speck oppure con fette di patate e tartufi. Novità dell'edizione 2008 sarà lo stand con affumicatoio a vista, dove saranno serviti diversi tipi di trote affumicate della vicina Val Passiria, mentre, presso un altro stand, si potrà assaggiare la tradizionale specialità «Feuerzangbowle»: del pan di zucchero imbevuto di rum si scioglie sul fuoco, lasciando cadere gocce in un paiolo di vino rosso; la bevanda assume così un sapore molto particolare. Digitando www.suedtirol.info si possono trovare tutte le informazioni sui mercatini dell’Alto Adige con anche i pacchetti di viaggio e di ospitalità.
I mercatini sono un'occasione speciale per trovare gli ultimi doni, ma anche per entrare piacevolmente nel clima natalizio, un motivo in più per regalarsi un soggiorno d'atmosfera, un fine settimana diverso dal solito. In alcuni casi ci si può arrivare con mezzi propri, in altri le compagnie aeree low-cost o i pacchetti di viaggio organizzati da tour operator e enti di soggiorno sono davvero molto interessanti e, spesso, offerti a tariffe stracciate.