L’Italia parteciperà al negoziato G8 sulla crisi nucleare

È stata accolta con soddisfazione alla Farnesina la proposta americana di investire il G8 della questione nucleare iraniana, motivata, come ha sottolineato il portavoce del dipartimento di Stato, Sean McCormack, dalla necessità di coinvolgere nelle discussioni anche l’Italia, che dell’Iran è il primo partner commerciale. Lo si è appreso da un comunicato della Farnesina. Con tale proposta il governo americano tiene fede all’impegno assunto personalmente nel gennaio scorso dal segretario di Stato americano, Condoleezza Rice, con il ministro degli Esteri italiano, Gianfranco Fini, per una partecipazione attiva dell’Italia ai negoziati sul dossier nucleare iraniano. «Con tale proposta», hanno detto fonti del ministero degli Esteri, «il governo Usa tiene fede all’impegno, assunto personalmente dal segretario di Stato con Gianfranco Fini nel gennaio scorso, per una partecipazione attiva dell’Italia ai negoziati sul dossier nucleare iraniano». Nei giorni scorsi la Farnesina aveva espresso preoccupazione per l’annuncio delle autorità iraniane sull’avvenuto arricchimento dell’uranio.