L’Italvolley si sveglia con la Croazia

Fei e Tencati protagonisti della vitoria (3-1) Ora la Bulgaria, ko a sorpresa con la Finlandia

Benvenuti al luna park dell’europeo di Mosca. Dove il belga Gert van Walle, che nel club leader del suo Paese fa la riserva, batte la Polonia viceiridata con 26 punti. E il lentopallo - «pallavolo» in finlandese - conferma l’abilità dei nostri allenatori con la valigia, perchè gli scandinavi istruiti da Mauro Berruto battono 3-0 la Bulgaria di Kaziyski, asso che in estate ha creato un caso internazionale per arrivare a Trento. Trappole ovunque, insomma, e allora viva gli azzurri che la Finlandia l’hanno battuta al tie-break (giocando a sprazzi) e che ieri hanno scacciato la zanzara Croazia con un sofferto 3-1 (26-24, 23-25, 25-23, 25-18). Due vittorie su due, oggi sfidiamo proprio i bulgari, che al mondiale 2006, dove furono terzi, ci batterono all’esordio e ci misero subito sulla cattiva strada: siamo entrambi già ammessi alla seconda fase, nella quale però ci si porta dietro i risultati acquisiti negli scontri diretti, dunque sarebbe importante sconfiggerli.
Non siamo ancora belli come il ct Gian Paolo Montali vorrebbe, scontiamo pause e occasioni perse (come il pallone del 24 pari nel 2° set, poi perso), ci piace far soffrire. Come del resto mamma Rai, che ieri ha pensato bene di mescolare le dirette del volley e di Italia-Lituania dell’europeo di basket con il consueto palleggio di collegamenti che irrita amanti del volley, amanti del basket, amanti dello sport e basta. Ci sarebbe RaiSportSat, ma intanto sul satellite va in onda un servizio mozzafiato sulle immersioni subacquee. Difficile capire.
Ci consola il ritorno di due giocatori opachi al debutto, l’opposto Alessandro Fei, 24 punti, varietà di colpi, palloni a terra nel decisivo finale di un terzo set in cui sbagliamo molto e Luca Tencati, 6 muri vincenti (su 16, 5 per Mastrangelo). Proprio il muro, uno dei marchi di fabbrica dell’Azzurra di Montali, risorge e spegne una Croazia che, reduce da due sconfitte, ci fa male quando spinge al servizio (8 ace a 2) e resta sempre attaccata alla partita. Ma l’Italia comincia a ingranare, a mettere pressione e fa esordire anche Matej Cernic: il goriziano che gioca proprio in Russia, reduce dall’infortunio che sembrava escluderlo dall’europeo, rileva Paparoni per collaborare in ricezione. Un’altra buona notizia.

LA SITUAZIONE - Girone A: Germania-Grecia 3-0. Classifica: Germania 4 punti, Serbia e Grecia 2, Olanda 0. Oggi: Germania-Olanda, Grecia-Serbia. Girone B: Turchia-Polonia 1-3. Classifica: Russia 4, Polonia e Belgio 2, Turchia 0. Oggi: Turchia-Belgio, Russia-Polonia. Gruppo C: Spagna-Slovacchia 3-0, Francia-Slovenia 3-0. Classifica: Francia e Spagna 4, Slovacchia 2, Slovenia 0. Oggi: Spagna-Francia. Gruppo D: Finlandia-Bulgaria 3-0, Italia-Croazia 3-1. Classifica: Finlandia e Italia 4 punti, Bulgaria 2, Croazia 0. Oggi: Italia-Bulgaria.
IN TV - diretta Rai 3, ore 15.25