L’Nba gioca in Italia nella "maxi squadra" Panini

E’ finalmente uscita la seconda raccolta di figurine della Nba prodotta dalla casa modenese. Immagini spettacolari per una collezione che trasforma l’album in una guida imperdibile<br />

Il recente passaggio, nel nostro paese, di Danilo Gallinari e dei suoi Knicks, travolti dall’affetto degli sportivi milanesi, ha confermato, semmai ce ne fosse bisogno, come gli italiani adorino il basket targato NBA. Quelli nati e cresciuti nel periodo di Dan Peterson e delle sue mitiche telecronache sulle reti Mediaset si sono appassionati ad un campionato che va al di là del semplice coinvolgimento sportivo, sfociando nello show. I giocatori sono star, acclamate come le star di Hollywood; normale che anche in Italia si moltiplichino gli appassionati, grazie anche ad una copertura televisiva sbalorditiva. In tutto questo, si inserisce Panini che, dopo lo straordinario successo dello scorso anno, bissa la sua proposta rivolta ai tradizionali collezionisti ma non solo. Anche per questa nuova stagione, infatti, i patiti della palla a spicchi americana potranno raccogliere le figurine dei loro beniamini grazie alla raccolta 2010-11 Nba Sticker Album, che da qualche giorno è disponibile nelle edicole della penisola. Come al solito, a Modena fanno le cose per bene e così l’appassionato, ad album completato, si troverà tra le mani una bella guida per seguire al meglio il suo torneo preferito. Il prodotto, infatti, è costituito da ben 72 pagine che ospitano le 378 figurine da ricercare. Per ognuna delle 30 franchigie che si esibiscono nel campionato Nba dovrete trovare nove «figu» che immortalano i giocatori più importanti ed una decima legata ad un particolare record stabilito dalla squadra. La bellezza di queste figurine è che sconfinano quasi nel mondo delle card. Non troverete infatti il classico giocatore statico che si fa fotografare come nelle raccolte calcistiche ma ogni cestista è riprodotto in azione con un bel primo piano a margine. Insomma, dei piccoli poster che piaceranno anche a chi non ha dimestichezza con il tiro da tre punti. A margine, poi, troverete, per ogni formazione una serie di dati e curiosità e per ogni giocatore le statistiche di gioco oltre a numero di maglio, ruolo, anagrafe. Per ogni team è stato individuato un top player che viene consacrato con una speciale figurina olografica per distinguerlo subito dal resto dei compagni. Come se non bastasse tutto questo, ecco pensata anche una sezione per i rookie (i giocatori all’esordio), una per incoronare gli mvp della passata stagione, una per celebrare le finali disputate da Kobe Bryant, una legata al marchio Nba nel mondo. Da perderci la testa, insomma. E la cosa ancora più bella che ben si colloca nel concetto di globalizzazione è che se andate in Francia, in Germania o negli Stati Uniti (tanto per citare solo 3 dei tanti paesi nei quali viene distribuita la raccolta) potrete scambiare le figurine con i collezionisti di quelle nazioni visto che i pacchetti che si acquistano in Italia come all’estero sono gli stessi. Chapeau. L’album costa 2 euro ed ogni pacchetto, contenente 5 figurine, si paga 60 centesimi.