L’oboista Holliger al Conservatorio: musiche di Bach

La sala Verdi del Conservatorio ospiterà alle 20.30 una formazione di tutto rispetto. Ospite delle maggiori orchestre svizzere e vincitore di importanti riconoscimenti internazionali, il compositore Heinz Holliger è uno dei migliori suonatori di oboe al mondo e, per l’occasione di questa sera ha riunito attorno a sé colleghi di pari statura: Muriel Cantoreggi (violino), Maurice Bourgue (oboe), Klaus Thunemann (fagotto), Edicson Ruiz (contrabbasso), e Peter Solomon (clavicembalo). Il prestigioso oboista e i «suoi» compagni di viaggio propongono un programma che accosta Bach al suo contemporaneo Jan Dimas Zelenka, uno dei maggori autori boemi del ’700: fu molto ammirato dallo stesso Johann Sebastian; eppure, la recente riproposta di varie opere sacre e una notevolissima incisione discografica delle sei sonate superstiti (eseguita dai musicisti in questione), lo incominciano a riscattare da secoli di dimenticanza. Holliger padroneggia un repertorio immenso che arriva sino musica contemporanea. Da qualche anno dedica parte della sua attività alla direzione d’orchestra: oltre che della Cleveland Orchestra, è stato ospite dei Weiner Philharmoniker e Weiner Symphoniker, della Philharmonia Orchestra di Londra. (Info: 02-76005500)