L’«occhio intelligente» debutta oggi a Udine

In Udinese-Reggina, importante per il futuro della panchina di Galeone, verrà sperimentato il cosiddetto «occhio intelligente», che potrebbe rivelarsi decisivo per risolvere il problema dei gol fantasma. Si tratta di una tecnica voluta dal patron bianconero Pozzo e sviluppata dal Cnr. Purtoppo tale sistema oggi non potrà aiutare l'arbitro Bertini. Nessun carattere ufficiale; verrà solo studiato il suo funzionamento, in attesa che la Fifa dia il via libera per un test decisivo e ufficale. Quattro telecamere digitali ad alta risoluzione registrano 200 immagini al secondo e le inviano a due elaboratori che le analizzano e registrano su un monitor collegato a un computer che stabilisce se la palla ha superato del tutto la linea di porta, avvisando l’arbitro. Non oggi però. L’obiettivo è quello di sviluppare un sistema che risolva il vero grave problema del calcio: il fuori gioco.
Nel basket intanto è stata introdotta, a partire dal girone di ritorno, la prova televisiva.