L’Ocse promuove Atene. Gurria: «Primi risultati»

La Grecia comincia a respirare. La manovra lacrime e sangue, secondo l’Ocse, dà i primi frutti. Secondo il segretario generale dell’Organizzazione per la cooperazione e lo Sviluppo economico, Angel Gurria, lo stato dell’economia ellenica è in ripresa, e c’è persino un cauto ottimismo rispetto a qualche mese fa, sebbene - insiste Gurria - i progressi «non sembrano essere apprezzati in modo appropriato in Grecia e all’estero». «I risultati – sottolinea Gurria – cominciano a vedersi, con le esportazioni in crescita e la competizione migliorata. Il programma può avere successo, ma dipenderà dalla continuità delle riforme e dalla loro messa in atto». Il successo del percorso avviato dipende molto dal processo di riforma, che secondo Gurria deve essere portato avanti in maniera «irreprensibile», senza tentennamenti: «Davanti alla Grecia – conclude – c’è una strada lunga e difficile».