L’offerta di carte risponde a tutte le esigenze

Le principali tipologie relative alle carte di credito.
A saldo. È la più comune in Italia, generalmente offerta come servizio aggiuntivo all’apertura di un conto. Consente di dilazionare il pagamento della merce acquistata di un breve periodo (generalmente per un massimo 45 giorni) senza oneri aggiuntivi per l’acquirente. La somma è addebitata sul conto corrente di appoggio nel giorno stabilito.
Revolving. È lo strumento emesso da una banca o istituto finanziario che consente di rateizzare il pagamento della merce acquistata. La rateizzazione comporta un costo aggiuntivo dovuto per la corresponsione degli interessi sul finanziamento, entro un importo massimo detto fido. Quando il saldo del conto corrente in negativo supera l'importo del fido, il cliente deve pagare anche una commissione di massimo scoperto.
Ricaricabile. La carta non è collegata a un conto, bensì a un borsellino elettronico; ma comunemente si dice che i soldi sono caricati sulla carta stessa. Il pagamento è addebitato subito.
Co-branded. Mezzo di pagamento emesso da una banca o istituto finanziario in collaborazione con una terza azienda che facilita la distribuzione dello strumento presso la propria clientela e offre servizi aggiuntivi volti alla fidelizzazione dei possessori.