L’offerta guarda alle economie emergenti

BlackRock Merrill Lynch Invemestment Managers dal 24 aprile si chiama BlackRock. Obiettivo è presentare una realtà univoca attraverso un brand ormai riconosciuto. BlackRock, infatti, è una delle maggiori società di gestione degli investimenti quotate in Borsa, con un patrimonio gestito di 1.364 miliardi di dollari (al 31 marzo 2008). La gamma internazionale di fondi Merrill Lynch International Investment Funds (MLIIF), che in Italia vede 361 comparti autorizzati al collocamento presso il pubblico retail e istituzionale con un patrimonio in gestione di 10 miliardi di euro, assume ora la denominazione di BlackRock Global Funds (Bgf) davanti al nome di ogni comparto. Tra i quali molti recitano il ruolo di best performer di categoria. A cominciare, tra i fondi azionari specializzati nelle materie prime, dal Bgf World mining e dal Bgf New energy, comparto focalizzato sulle nuove fonti di energia e sulle energie rinnovabili. Campione di categoria, tra i bilanciati con profilo di rischio moderato, c’è poi il comparto Bgf Global allocation fund mentre tra i monetari area dollaro si distingue Bgf reserve fund Eur hedge. Un colosso dalla forte presenza negli Usa, qual è BlackRock, non può poi non avere anche dei «purosangue» tra gli azionari Usa.
E, infatti, sono almeno tre i comparti best performer che investono in titoli azionari di Wall Street: Bgf Us basic value, Bgf Us flexible equity e Bgf Us focused value. Fiori all’occhiello della scuderia BlackRock anche i fondi specializzati sulle piazze finanziarie delle economie emergenti. L’investitore, in questo caso, può scegliere un prodotto globale, Bgf Emerging markets, che spazia in tutte le aree emergenti oppure selezionare uno specifico territorio emerging markets: da quella asiatica (sottoscrivendo il fondo Bgf Asian Dragon) a quella sudamericana (acquistando quote del comparto Bgf Latin American) fino all’area emergente europea (investendo nel comparto Bgf Emerging Europe). Per coloro che amano invece le pmi quotate, BlackRock permette di diversificare il rischio con i gestori che guidano i fondi Bgf Global small cap (azionario small cap internazionale), Bgf Us opportunities (azionario small cap Usa) e Bgf European opportunities (azionario mid cap Europa).