L’Olanda vota: c’è l’Islam in primo piano

L’Aia. Le elezioni anticipate di oggi in Olanda potrebbero finire in parità tra il governo di coalizione presieduto dal cristiano-democratico Jan Peter Balkenende e l’opposizione di sinistra. È probabile che da giovedì inizi una lunga trattativa. I temi principali della campagna elettorale: l’economia, l’immigrazione e l’invadenza islamica, sempre meno tollerata dagli olandesi. L’ultimo sondaggio dà la coalizione governativa - democristiani (Cda), liberali ( Vvd) e possibili alleati dell'Unione cristiana - a 69 seggi, 7 in meno dei 76 necessari per la maggioranza in Parlamento (150 deputati). Anche la coalizione di sinistra formata da laburisti, socialisti e verdi dovrebbe arrivare a 69 seggi. E in questo caso l'incarico di formare l'esecutivo dovrebbe andare a Balkenende, leader del partito di maggioranza.