L’olio extravergine d’oliva parte alla conquista del Nord Europa

Far conoscere l’olio extravergine d’oliva in Italia ma soprattutto nei Paesi dell’Europa del Nord, in particolare Germania e Belgio. Paesi che appartengono alla cosiddetta «cultura del burro» ma che proprio per questo sono considerati mercati molti interessanti se appena i loro consumatori conoscessero i pregi che dietologi e nutrizionisti riconoscono al prodotto re della dieta mediterranea. È questo lo scopo della campagna «Conoscere l’olio d’oliva», presentata venerdì scorso da Paolo De Carolis, presidente del Consorzio nazionale degli olivicoltori, a Villa Redenta a Spoleto, sede della neonata «International Academy» che ospita la scuola di cucina internazionale gestita da Gianfranco Vissani e quella di ospitalità. Per tutto il 2006 l’olio extravergine d’oliva sarà promosso attraverso un sito internet, una campagna pubblicitaria ma soprattutto grazie alla partecipazione alle dodici più importanti fiere di settore in Italia, Belgio e Germania. Il «padrone di casa» Vissani ha allietato i presenti con una deliziosa cena.